Dimmi di che colore sono le tue urine, e ti dirò quanto bevi.


Siamo in piena estate e, soprattutto per bambini ed anziani (ma non solo), il rischio di disidratarsi diventa importante. L'acqua costituisce circa i due terzi del nostro corpo, e mantenerci in un buono stato di idratazione è fondamentale perché il nostro corpo resti in salute. La disidratazione, infatti, può causare effetti più o meno gravi a seconda della sua entità che vanno dalla stanchezza, la nausea, il malessere generale e l'abbassamento della pressione arteriosa, fino al danno renale, danno epatico, e il collasso cardiocircolatorio. Alcune condizioni possono favorire la disidratazione (come la sudorazione intensa, il vomito, la diarrea), ma spesso la causa principale è una scarsa idratazione. Il colore delle urine è un ottimo sistema, veloce ed affidabile, per valutare il proprio stato di idratazione. Il concetto generale è che le urine devono mantenere un colore sempre molto chiaro tendente al "giallo citrino" - trasparente. Se le urine sono più scure, stiamo bevendo poco. L'immagine porta alcuni esempi.

NOTA BENE: Ogni colore delle urine diverso dalla scala del giallo (es. rosso, verde, blu, coca-cola,...) va indagato sempre insieme a un medico, così come pure una persistenza di una colorazione scura che non si risolve con un aumento dell'idratazione.

47 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti